close
Gruppo Cariparma Crédit Agricole
I tanti e curiosi utilizzi del dentifricio in casa

I tanti e curiosi utilizzi del dentifricio in casa

19 luglio 20161470Views
preview_dentifricio

Riuscite a pensare a un prodotto che abbiamo sempre in casa, che utilizziamo quotidianamente più di una volta al giorno, economico e versatile? Il dentifricio!

Altro non è che un composto a base di sali, bicarbonato e altre sostanze che hanno un effetto abrasivo e sbiancante. Quindi perché non sfruttare queste proprietà per altri utilizzi in casa?

Vi meraviglierete di come potrete risolvere piccoli e fastidiosi problemi casalinghi con il semplice utilizzo del vostro dentifricio.

Tanto per cominciare, fermo restando il classico utilizzo, ossia quello di lavarci i denti, proseguiamo con l’igiene personale e usiamo una piccola quantità di dentifricio per lenire piccole scottature, le punture di insetto, asciugare un brufolo infiammato, sbiancare le unghie ingiallite dalla nicotina o dallo smalto, e deodorare le mani dopo aver toccato cibi dall’odore persistente come l’aglio o la cipolla.

Se già questo vi è sembrato utile, cosa penserete quando vi dirò che il dentifricio si può utilizzare anche come smacchiatore? Ideale per le macchie sui tappeti, passatene una piccola quantità e aspettate che asciughi poi spazzolate bene. Oppure sugli indumenti mettetene un po’ sulla macchia, lasciate agire e poi lavate il capo come d’abitudine, a mano o in lavatrice.

Fate attenzione però ai dentifrici “sbiancanti”, questi potrebbero avere un effetto candeggiante sui tessuti!

ARTICOLO_dentifricio_2

Le scarpe da ginnastica hanno la gomma sporca e graffiata? Passate uno strato sottile di dentifricio e poi un tovagliolo di carta per rimuovere il prodotto in eccesso.

In casa poi ci sono tanti motivi per cui potremmo utilizzare il dentifricio, ad esempio, senza avere lo stucco, possiamo chiudere i fori dell’intonaco quando stacchiamo un quadro, oppure rimuovere le scritte dei pennarelli sui muri se i nostri bimbi monelli avessero deciso di darsi alla pittura.

Trattate con la pasta dentifricia anche le piastrelle del bagno e i vetri della doccia. Questi diventeranno magicamente “idrorepellenti” e eviteremo il fastidioso appannamento dovuto al vapore.

Si può pulire l’argenteria semplicemente strofinando poco dentifricio sui nostri preziosi per poi sciacquare ed asciugare per bene! (Attenzione: alcune pietre o perle potrebbero essere danneggiate!)

Inoltre se i nostri CD o DVD presentano dei graffi basterà passare un sottilissimo strato di dentifricio per poi rimuoverlo con un panno morbido appena inumidito. Lo stesso procedimento sarà efficace per i graffi sul vetro dell’orologio o le lenti degli occhiali!

ARTICOLO_dentifricio_3

In cucina poi sarà un ottimo alleato per sbiancare e rimuovere ogni residuo di odore o patina dai contenitori in plastica o dai biberon che difficilmente si riesce a far tornare puliti con un semplice lavaggio.

La piastra del ferro da stiro annerita tornerà brillante dopo aver passato un leggero strato di dentifricio ma fate attenzione a non introdurre il prodotto nei buchini da cui fuoriesce il vapore!!

In ultimo una curiosità davvero sorprendente che tornerà utile a tutti coloro a cui piace immergersi. Periodicamente strofinate la pasta dentifricia sulle lenti delle vostre maschere da sub o occhialini per il nuoto e sciacquate bene. Questo impedirà il fastidiosissimo appannamento durante le immersioni! Fate attenzione tuttavia a non utilizzare i dentifrici con micro granuli che potrebbero graffiare le superfici delle lenti.

Per essere un prodotto così versatile, che non manca mai dentro casa, che ne dite di promuoverlo a pieni voti come amico-risparmio?