close
Gruppo Cariparma Crédit Agricole
Le bustine di tè, 8 utilizzi alternativi in casa

Le bustine di tè, 8 utilizzi alternativi in casa

5 febbraio 20167999Views
preview_bustina-te

La scorsa settimana, presa da un attacco di “declutter” spasmodico, ho deciso di svuotare e pulire la dispensa.

Ebbene, tra i tanti barattoli, scatole di mais, pasta e scatolame di ogni genere, ho ritrovato delle scatole di tè ancora inutilizzate, pronte per essere gettate nella pattumiera poiché scadute.

Vuoi perché mi erano state regalate e l’aroma non era di mio gusto, vuoi perché in un periodo di sperimentazione le avevo acquistate pensando di voler assaggiare tutti i gusti più originali, ora non avrei proprio saputo cosa farne di un tè alla vaniglia e karkadè oppure di un infuso ai fiori di ibisco.

Così ho deciso di cercare per quelle bustine un nuovo utilizzo. E così è stato.

Le bustine di tè ancora intatte sono un ottimo assorbi odori. Per questo ho pensato bene di metterne un paio nel frigorifero tanto per neutralizzare il forte odore del pesce e del formaggio.

In fondo alla pattumiera ho lasciato tre o quattro bustine a limitare i cattivi odori dell’umido.

Alcune aromatizzate alla vaniglia invece hanno trovato posto nella scarpiera. In particolare ne ho messe due nelle scarpe da ginnastica dei miei figli così da eliminare efficacemente il cattivo odore.

Allo stesso modo, scegliendo un aroma più delicato (ad esempio l’infuso al gelsomino), possiamo posizionare le nostre bustine di tè direttamente nel guardaroba, in tasca ad un cappotto o appese con un nastro dai colori tenui in un sacchetto di tulle direttamente sulle grucce.

ARTICOLO_bustina-te-2

In questo periodo invernale potremmo sfruttare l’aroma del tè all’arancia e cannella per regalare alla casa un gradevole profumo. Come? Semplice, mischiando il tè aromatizzato al pout pourri posizionato negli angoli strategici di casa nostra.

Questi consigli ci permetteranno di risparmiare sui costosi profumatori per ambienti e armadi, evitando lo spreco di doverli buttare se non utilizzati.

Ma gli usi alternativi delle bustine di tè non si limitano a quelli appena descritti anzi, vi darò ora un consiglio originale ed efficace per poter sfruttare le bustine di tè anche dopo il loro abituale utilizzo come infuso.

Potevate immaginare ad esempio che le bustine di tè nero in infusione, poi lasciate raffreddare, possono essere usate per lucidare i mobili in legno scuro? E che dopo aver assaporato il tè classico potrete utilizzare le bustine ben strizzate per rimuovere ogni traccia di impronte e unto dalle maniglie di porte e finestre?

In ultimo, se avete cucinato e il cattivo odore di aglio e cipolla sulle mani non va più via, rimuoverlo con una bustina di tè inumidita e strofinata per bene sulle dita sarà un’operazione facile, economica e a dir poco geniale.

ARTICOLO_bustina-te-1