close
Gruppo Cariparma Crédit Agricole
Non abbandonare un vecchio vestito, trasformalo!

Non abbandonare un vecchio vestito, trasformalo!

2 giugno 20171468Views
CA_LoSaiChe_2017_06_02_Cover_V01

Finalmente è arrivata la primavera. Anzi, meglio dire l’estate, con queste temperature che in alcune giornate fanno solo venire voglia di andare al mare. Sciarpe e scarponi sono certamente un ricordo già ormai lontano. Il momento del cambio di stagione è spesso quasi un sollievo. Un’occasione per intervenire sugli spazi e buttare tutto quello che è inutile. Oppure no? Avete anche voi, in un angolo di casa, la montagna di “sospesi”, reduci dal cambio dell’armadio? Spesso – anche a me – coglie la nostalgia. E quindi mi rendo certamente conto che quel maglione ormai dopo dieci anni e cento buchi ha fatto il suo tempo, e quale occasione migliore del passaggio alla bella stagione? Eppure separarsene è difficile.

Ci sono alcuni consigli preziosi e interessanti per riutilizzare vecchi oggetti e indumenti ormai andati. Salvare spazio, non essere costretti a separarsi da oggetti a cui si è affezionati e, perché no, risparmiare. Insomma, sopravvivere al meglio al cambio di stagione tra armadi svuotati e pulizia nelle scatole e in casa, armati di buoni propositi e un po’ di pazienza.

CA_LoSaiChe_2017_06_02_ImmagineSingola_02_V01

Come? Ecco alcuni consigli. Prima di tutto per la casa: con il fai da te e spesso utilizzando tessuti provenienti da indumenti che vorreste o dovreste dismettere, è possibile realizzare e personalizzare comodi oggetti che aiutano a usare meglio gli spazi nei vostri interni. Guardate quest’amaca da “costruire sotto al tavolino”: se sapete lavorare a maglia, è un’idea simpatica e salva-spazio per il vostro soggiorno che unisce l’utile al dilettevole. Questa invece è una variante da libreria con cestino.

Dal cambio di stagione è sbucato fuori un guanto invernale tutto solo e orfano di compagno? È un grande classico: ne conto almeno tre esemplari in casa. Qui ho trovato alcuni consigli per far vivere al povero orfanello una nuova vita: può diventare un pupazzo per i più piccoli, una piccola marionetta, o addirittura un contenitore dove mettere dei fiori.

Un’altra chicca è quella del riutilizzo dei collant vecchi, o comunque di tutte quelle calze che capita di mettere mezza volta e poi dover buttare perché si smagliano irrimediabilmente. Ecco: non fatelo. Qui ci sono un sacco di idee interessanti: a cominciare dal paraspifferi per il prossimo inverno, oppure braccialetti, collane e elastici per i capelli. È utile per il bucato, ad esempio, perché può proteggere i capi delicati in lavatrice e costituire un modo per appenderli senza rovinarli.

E con i vestiti che sono rimasti lì in un angolo, scartati dal vostro armadio dopo il cambio di stagione ma ancora senza una destinazione certa? Ci potete fare un sacco di cose. Delle coperte, ad esempio, unendo insieme tutti i tessuti analoghi degli indumenti che volete buttare. Ma anche borse, pantofole, guanti, cappellini e scaldacollo. Potete utilizzarli per la cuccia del vostro amico a quattro zampe. O ancora calzini, accessori per decorare la casa e, naturalmente, giochi per i più piccoli.

Dagli armadi sbucano spesso anche fuori tanti bottoni abbandonati. Possono diventare anelli, cinture, mollette, braccialetti o simpatiche decorazioni.

CA_LoSaiChe_2017_06_02_ImmagineSingola_03_V01

Insomma: date un’occhiata al vostro bottino da cambio di stagione, e sappiate che potete dare una nuova vita a quel maglione infeltrito o a quelle calze bucate. Risparmiando!