close
Gruppo Cariparma Crédit Agricole
Spesa da accumulo o spesa all’occorrenza?

Spesa da accumulo o spesa all’occorrenza?

16 giugno 2017392Views
CA_LoSaiChe_2017_06_16_Cover_V01

Giuro che in 25 anni di matrimonio le ho provate tutte per risparmiare un po’! La spesa mensile, quella settimanale, poi sono passata alla spesa giornaliera per poi tornare alla spesa mensile programmata, quella occasionale, ecc ecc

Eh sì, come si fa a sapere qual è il metodo migliore per risparmiare sulla spesa?

Fondamentalmente esistono due tipi di spesa, quella da accumulo e quella all’occorrenza.

La spesa da accumulo è quella che ci permette di:

  • avere una dispensa sempre piena
  • impegnare massimo un giorno al mese per la spesa “grande”, per poi ridurre drasticamente i tempi della spesa durante la settimana

Tra gli svantaggi: spesso la dispensa è fin troppo piena e non abbiamo memoria di ciò che resta in fondo rischiando che scada. Inoltre il fresco non si può acquistare una sola volta al mese, quindi dobbiamo comunque prevedere un mini-shopping giornaliero o settimanale per pane, latte, frutta e verdura e tutto quello che c’è nel banco frigo.

CA_LoSaiChe_2017_06_16_ImmagineSingola_02_V01

La spesa all’occorrenza invece è quella che possiamo adottare se decidiamo di fare la spesa settimanale costante e continua, programmando il menu. Questa ci porterà:

  • un’alimentazione più equilibrata ottima per il nostro benessere psico-fisico, infatti la dispensa sarà un pochino più vuota ma i prodotti saranno mirati alla nostra salute.
  • a variare il menu secondo le stagioni utilizzando soprattutto prodotti freschi e genuini. Questo ci farà risparmiare molto e non ci annoieremo mai a tavola.

Eppure anche questo metodo ha degli svantaggi: ad esempio quello di dover sempre pensare “cosa preparo per pranzo?” Che noia! Un’altra seccatura da prevedere con questo tipo di spesa sarà quel “qualcuno” che arriva sempre all’improvviso. Ecco, la nostra dispensa potrà affrontare il problema di chi si presenta inavvertitamente?

Qual è allora il metodo più giusto? Beh non esiste! O meglio possiamo decidere di stare nel mezzo! Solo così riusciremo ad ottenere una dispensa completa (non satura!) e un risparmio garantito!

CA_LoSaiChe_2017_06_16_ImmagineSingola_03_V01

Quindi ecco cinque ottimi spunti per una spesa ottimale:

  1. prima di tutto preparate un elenco di prodotti che mai e poi mai dovranno mancare in casa. Acquistate almeno due o tre prodotti per ogni articolo in elenco, ed ecco, avrete la vostra scorta-base!
  2. decidete poi il menu per le quattro settimane del mese e comprate SOLO quello che occorre veramente, senza lasciarvi tentare da ciò che non è nel menu.
  3. i prodotti da preferire saranno quelli in offerta, di stagione e a KmZero.
  4. il surgelatore sarà un alleato prezioso in caso di visite inattese, oppure se siamo a corto di idee.
  5. scegliete i negozi collaudati e utilizzate la lista della spesa divisa in reparti per ottimizzare i tempi.

Ebbene sì, ci sono voluti 25 anni ma sono riuscita a trovare il giusto equilibrio per fare una spesa mirata, salutare, non quotidiana, ma costante. Un rodaggio un po’ lungo ma i risultati non si sono fatti attendere!

E tu? Che tipo di spesa fai?